Boscultura 2018: ecco i vincitori

Nel weekend conclusivo di Boscultura centinaia di persone sono salite sui monti di Schignano, fino al Sasso Gordona, per ammirare le nuove statue a celebrazione dell’anniversario del termine della Grande Guerra.

Con questo nuovo tratto, il Sentiero delle Espressioni si arricchisce di altre 10 statue che si aggiungono alle 48 realizzate nelle passate edizioni.

I VINCITORI

La scultura che ha ricevuto più preferenze dal pubblico è stata “Per non dimenticare” di Massimo Peduzzi, vincitore dell’edizione 2017 e 2015, che è
stato premiato da Elisabetta Parravicini, presidente di Ersaf.

PerNonDimenticare-2018

Al secondo posto due opere a pari merito: “L’alpino e il General Cadorna” di Luca Passini e “Cara Mamma” di Luca Galli.

“Boscultura” si realizza grazie alla sinergia tra Associazione la Maschera di Schignano, Ersaf-Regione Lombardia, Comune di Schignano e l’Azienda Agricola La Pratolina, tante associazioni del territorio e tanti volontari.